Fare del trekking in Ciociaria consente di apprezzare la parte dell’Appenino del centro-sud forse meno conosciuto ma più variopinto. Si può scegliere di fare escursioni più o meno impegnative, a seconda dell’allenamento e del tempo a disposizione. La peculiarità del trekking in Ciociaria è data dal fatto che gli ambienti montani sono molto spesso situati a poca distanza dai centri abitati, anzi in molti casi il paesino è l’inizio o la prosecuzione dell’habitat montano, tanto che, fino a pochi decenni or sono, le attività montane erano parte integrante nel tessuto sociale delle realtà paesane, ricordati e ricostruite in piccoli poli museali dove è possibile scoprire le intricate maglie del tessuto rurale, contadino e, in alcuni casi, prettamente montano delle popolazioni ciociare.
© www.trekkinginciociaria.com - © www.compagniadeiviandanti.com - © www.ciociariadavivere.com
TREKKING IN CIOCIARIA

Benvenuto in Ciociaria

TREKKING IN CIOCIARIA Il portale è in fase di test e alcune pagine potrebbero non funzionare. In tal caso potete darcene notizia via mail ad info@trekkinginciociaria.com oppure inviando un messaggio al numero sotto indicato. Il portale fornisce «gratuitamente» indicazioni su tutti i percorsi censiti in provincia di Frosinone che, per comodità di consultazione, sono stati suddivisi per aree geografiche identificate con le catene montuose del territorio. Confidiamo nella collaborazione di tutti per eventuali aggiornamenti, segnalazioni o, anche, invio da materiale idoneo a migliorare il servizio. Le schede dei percorsi non sono ancora tutte on line ma è possibile richiederle inviando un messaggio al numero 329 1242393!
Le nostre escursioni
Vuoi essere informato sulle nostre iniziative? Invia un messaggio al 329 1242393 con la scritta «richiesta informazioni»
giovedì 26 novembre 2020 Monte delle Fate, la grotta e i Calanchi (Accompagna Michele Biondi) Chissà se troveremo qualche fata su questo monte, “il monte delle Fate”, da dove la vista a 360° spazia fino dal mare, fino ai monti dell’appennino centrale. Percorreremo un bellissimo bosco di faggi, per poi uscirne ed iniziare a vedere qualche scorcio di panorama, fino ad arrivare sulla cima … e forse vedere le isole pontine. (vedi dettagli)
mercoledì 25 novembre 2020 Monte Moneta: mare, mirto e tiella (Accompagna Stefano Gaetani) La piana di Sant'Agostino è dominata da due grandi strutture rocciose, il Monte Vannelamare (257 m), storicamente chiamato Sperlonga da chi arrampica, e il Monte Moneta (270 m) caratterizzato da un rossastro settore centrale molto strapiombante e da diversi avancorpi limitrofi. (vedi dettagli)
domenica 6 dicembre 2020 La via dell'acqua a Castro dei Volsci (Accompagna Michele Biondi)
sabato 28 novembre 2020 Monte Redentore tra cielo e mare (Accompagna Anna Zannotti) Parco Naturale Regionale dei Monti Aurunci È uno dei sentieri più affascinanti dei Monti Aurunci sia per gli aspetti paesaggistici ed ambientali che per quelli storici e religiosi. Al cospetto della grande roccia a 1220m s.l.m. resteremo letteralmente rapiti dall’eremo rupestre ricavato nella grotta. Il santuario rupestre, dedicato a san Michele Arcangelo risale all’830, esso viene menzionato nel Codex diplomaticus cajetanus, la facciata di pietre, che chiude la cavità naturale, fu ricostruita in stile neogotico alla fine del XIX secolo, nel 1893, quando salì sul monte Altino, in visita pastorale, l’arcivescovo Francesco Niola. (vedi dettagli)
sabato 28 novembre 2020 Le Grotte di Castrocielo ed il Monte Asprano (Accompagna Stefano Gaetani) Si parte dal centro di Castrocielo attraversando una serpentina di scale vicoli per raggiungere i quartieri più alti del paese. da qui inizia il sentiero che sale per tornanti fino allo sperone roccioso «Loggetta di Zio Nicola», con i ruderi di un torrione, costeggiando i resti delle lunghissime mura medioevali del castello. Si prosegue fino a raggiungere il «Torraccio» dove troviamo la base di una torre cilindrica al centro del castello diruto (m. 732). da qui si gove un’ampia vista sui monti del Massiccio del Monte Cairo e sulla piana di Aquino. Dal castello si raggiunge la chiesa dell’Assunta, sul Monte Asprano. (Vedi dettagli)
domenica 29 novembre 2020 Sentiero Chiavone (Accompagna Stefano Gaetani) La zona del «Monte Pedicino» vide negli anni 1861-1862 le gesta di uno dei più rappresentativi personaggi del brigantaggio post unitario: Luigi Alonzi detto Chiavone. Nato a Sora nel 1825, al momento della conquista del Regno delle Due Sicilie da parte dei Piemontesi, era un oscuro guardia boschi. Ben presto iniziò a radunare un notevole numero di contadini, pastori, carbonari, con i quali formò una banda di partigiani. In poco tempo le sue gesta varcarono l’angusto chiavone_2confine sorano per giungere nella Terra di Lavoro e nell’Abruzzo. Riportò notevoli successi militari contro le forze piemontesi che presidiavano la Terra di Lavoro, tanto che il governo borbonico in esilio lo cominciò a finanziare. Aveva stabilito il suo quartiere generale sui monti Ernici da cui era impossibile snidarlo. Nel frattempo l’insurrezione andava sempre più prendendo piede tanto che la banda divenne un piccolo esercito. Il governo borbonico sulla fine del 1861 inviò presso Chiavone un ex generale spagnolo Raffaele Tristany con l’intento di organizzare un vero e proprio esercito di liberazione. Purtroppo i rapporti tra i due non furono dei migliori. Così nella primavera del 1862 Tristany con un tranello fece arrestare Chiavone, il quale dopo un processo sommario il 28 giugno del 1862 venne fucilato nei pressi della Certosa di Trisulti. (vedi dettagli)
domenica 29 novembre 2020 Punta Mazza e i Monti Marsicani Monte (Accompagna Anna Zannotti) Programma in fase di elaborazione
mercoledì 2 dicembre 2020 Valle Fischia da Settefrati (Accompagna Stefano Gaetani) Programma in fase di elaborazione
giovedì 3 dicembre 2020 Sentiero delle grotte: Sora (Accompagna Anna Zannotti) Programma in fase di elaborazione
venerdì 4 dicembre 2020 Le doline di Campo Soriano (Accompagna Michele Biondi) Programma in fase di elaborazione
sabato 5 dicembre 2020 I Fortini di Monte Cifalco (Accompagna Michele Biondi) Programma in fase di elaborazione
sabato 5 dicembre 2020 La Via Appia Antica, Regina Viarum: un tuffo nella storia (Accompagna Anna Zannotti) Programma in fase di elaborazione
domenica 6 dicembre 2020 Braciata al Rifugio della Liscia da Campocatino (Accompagna Stefano Gaetani)
domenica 6 dicembre 2020 Il Circeo e le Grotte (Accompagna Anna Zannotti)
giovedì 26 novembre 2020 "il castello di sora tra pietre, macchia mediterranea e storia (Accompagna Anna Zannotti)
ANNULLATA
© www.trekkinginciociaria.com - © www.compagniadeiviandanti.com - © www.ciociariadavivere.com
TREKKING IN CIOCIARIA
Fare del trekking in Ciociaria consente di apprezzare la parte dell’Appenino del centro-sud forse meno conosciuto ma più variopinto. Si può scegliere di fare escursioni più o meno impegnative, a seconda dell’allenamento e del tempo a disposizione. La peculiarità del trekking in Ciociaria è data dal fatto che gli ambienti montani sono molto spesso situati a poca distanza dai centri abitati, anzi in molti casi il paesino è l’inizio o la prosecuzione dell’habitat montano, tanto che, fino a pochi decenni or sono, le attività montane erano parte integrante nel tessuto sociale delle realtà paesane, ricordati e ricostruite in piccoli poli museali dove è possibile scoprire le intricate maglie del tessuto rurale, contadino e, in alcuni casi, prettamente montano delle popolazioni ciociare.

Benvenuto in Ciociaria

TREKKING IN CIOCIARIA Il portale è in fase di test e alcune pagine potrebbero non funzionare. In tal caso potete darcene notizia via mail ad info@trekkinginciociaria.com oppure inviando un messaggio al numero sotto indicato. Il portale fornisce «gratuitamente» indicazioni su tutti i percorsi censiti in provincia di Frosinone che, per comodità di consultazione, sono stati suddivisi per aree geografiche identificate con le catene montuose del territorio. Confidiamo nella collaborazione di tutti per eventuali aggiornamenti, segnalazioni o, anche, invio da materiale idoneo a migliorare il servizio. Le schede dei percorsi non sono ancora tutte on line ma è possibile richiederle inviando un messaggio al numero 329 1242393!
Le nostre escursioni
Vuoi essere informato sulle nostre iniziative? Invia un messaggio al 329 1242393 con la scritta «richiesta informazioni»
mercoledì 25 novembre 2020 Monte Moneta: mare, mirto e tiella (Accompagna Stefano Gaetani) La piana di Sant'Agostino è dominata da due grandi strutture rocciose, il Monte Vannelamare (257 m), storicamente chiamato Sperlonga da chi arrampica, e il Monte Moneta (270 m) caratterizzato da un rossastro settore centrale molto strapiombante e da diversi avancorpi limitrofi. (vedi dettagli)
giovedì 26 novembre 2020 Monte delle Fate, la grotta e i Calanchi (Accompagna Michele Biondi) Chissà se troveremo qualche fata su questo monte, “il monte delle Fate”, da dove la vista a 360° spazia fino dal mare, fino ai monti dell’appennino centrale. Percorreremo un bellissimo bosco di faggi, per poi uscirne ed iniziare a vedere qualche scorcio di panorama, fino ad arrivare sulla cima … e forse vedere le isole pontine. (vedi dettagli)
domenica 6 dicembre 2020 La via dell'acqua a Castro dei Volsci (Accompagna Michele Biondi)
sabato 28 novembre 2020 Monte Redentore tra cielo e mare (Accompagna Anna Zannotti) Parco Naturale Regionale dei Monti Aurunci È uno dei sentieri più affascinanti dei Monti Aurunci sia per gli aspetti paesaggistici ed ambientali che per quelli storici e religiosi. Al cospetto della grande roccia a 1220m s.l.m. resteremo letteralmente rapiti dall’eremo rupestre ricavato nella grotta. Il santuario rupestre, dedicato a san Michele Arcangelo risale all’830, esso viene menzionato nel Codex diplomaticus cajetanus, la facciata di pietre, che chiude la cavità naturale, fu ricostruita in stile neogotico alla fine del XIX secolo, nel 1893, quando salì sul monte Altino, in visita pastorale, l’arcivescovo Francesco Niola. (vedi dettagli)
sabato 28 novembre 2020 «Le Grotte di Castrocielo ed il Monte Asprano» (Accompagna Stefano Gaetani) Si parte dal centro di Castrocielo attraversando una serpentina di scale vicoli per raggiungere i quartieri più alti del paese. da qui inizia il sentiero che sale per tornanti fino allo sperone roccioso «Loggetta di Zio Nicola», con i ruderi di un torrione, costeggiando i resti delle lunghissime mura medioevali del castello. Si prosegue fino a raggiungere il «Torraccio» dove troviamo la base di una torre cilindrica al centro del castello diruto (m. 732). da qui si gove un’ampia vista sui monti del Massiccio del Monte Cairo e sulla piana di Aquino. Dal castello si raggiunge la chiesa dell’Assunta, sul Monte Asprano. (Vedi dettagli)
domenica 29 novembre 2020 Sentiero Chiavone (Accompagna Stefano Gaetani) La zona del «Monte Pedicino» vide negli anni 1861-1862 le gesta di uno dei più rappresentativi personaggi del brigantaggio post unitario: Luigi Alonzi detto Chiavone. Nato a Sora nel 1825, al momento della conquista del Regno delle Due Sicilie da parte dei Piemontesi, era un oscuro guardia boschi. Ben presto iniziò a radunare un notevole numero di contadini, pastori, carbonari, con i quali formò una banda di partigiani. In poco tempo le sue gesta varcarono l’angusto chiavone_2confine sorano per giungere nella Terra di Lavoro e nell’Abruzzo. Riportò notevoli successi militari contro le forze piemontesi che presidiavano la Terra di Lavoro, tanto che il governo borbonico in esilio lo cominciò a finanziare. Aveva stabilito il suo quartiere generale sui monti Ernici da cui era impossibile snidarlo. (vedi dettagli)
domenica 29 novembre 2020 Punta Mazza e i Monti Marsicani Monte (Accompagna Anna Zannotti)
mercoledì 2 dicembre 2020 Valle Fischia da Settefrati (Accompagna Stefano Gaetani)
giovedì 3 dicembre 2020 Sentiero delle grotte: Sora (Accompagna Anna Zannotti)
venerdì 4 dicembre 2020 Le doline di Campo Soriano (Accompagna Michele Biondi)
sabato 5 dicembre 2020 I Fortini di Monte Cifalco (Accompagna Michele Biondi)
sabato 5 dicembre 2020 La Via Appia Antica, Regina Viarum: un tuffo nella storia (Accompagna Anna Zannotti)
domenica 6 dicembre 2020 Braciata al Rifugio della Liscia da Campocatino (Accompagna Stefano Gaetani)
domenica 6 dicembre 2020 Il Circeo e le Grotte (Accompagna Anna Zannotti)